MORONI ARCHITETTURA 2.0

Villa B

Villa B

Lo Studio ha curato tutti gli interni della Villa, originariamente al rustico, così come l’arredo, su misura e disegno.

anno 2022

ph. Marcello Mariana

 

“Uno spazio funzionale e a dimensione d’uomo”

Da questa richiesta espressa dalla Committenza durante il sopralluogo iniziale, in un ambiente totalmente al rustico, è nata la proposta progettuale dello Studio: una zona living che attraverso mirati arredi su misura non si aprisse fin da subito all’occhio del visitatore, bensì lo portasse alla scoperta degli ambienti interni.

Si è cosi optato per un basso portale, cromaticamente scuro, emergente dalla parete perimetrale, che si aprisse come una focale conducendo il fruitore all’interno dell’abitazione organizzata intorno ad un mobile centrale sospeso, avente la duplice funzione di fare da contenitore e nel contempo generare due ambienti distinti: soggiorno e cucina – pranzo. Quest’ultima è la parte più intima della casa, volutamente nascosta, caratterizzata dalla presenza di una forte illuminazione naturale dettata dalla presenza di un’ampia vetrata scorrevole che la divide dal giardino esterno da intendersi come sua naturale estensione, in netta antitesi con il soggiorno, contraddistinto da un’apertura finestrata di minor ampiezza e da un minor apporto di luce naturale.

L’arredo consta nella sua totalità di elementi su misura disegnati dallo Studio seguendo le specifiche esigenze della Committenza, da aggiungersi ad altri di design con i quali legarsi, volutamente leggeri nelle forme, così da garantire agli spazi quanta più ariosità possibile. Sotto un profilo cromatico si è optato per pareti bianche e neutre che potessero creare un fondale da cui fare emergere il cromatismo acceso dei complementi, volto a rendere frizzante l’ambiente e nel contempo meglio individuare gli spazi.

Una scala interna in ferro, sospesa, conduce poi alla zona notte soprastante, dove troviamo le camere da letto, uno studio e i rispettivi bagni di servizio. Attraverso tagli di luce a tutta altezza ricavati nella parete, si è voluto enfatizzare l’andamento ascendente della struttura, dando verticalismo e ampiezza all’ambiente, del tutto in antitesi con il vicino corridoio, più raccolto e a dimensione d’uomo.

Da qui abbiamo accesso a tutti i locali, tra cui una camera padronale caratterizzata da un’iniziale cabina armadio a tutta altezza che potesse fare da ingresso – filtro, una boiserie in legno con letto centrale ed un bagno privato su toni scuri, uno studio con una piccola scrivania sospesa attrezzata, una camera singola ed un bagno padronale, caratterizzato da toni neutri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità di comunicazione con il cliente.*

error: Content is protected !!